Rimborsi

Il contribuente può ottenere il rimborso delle somme versate e non dovute inviando o presentando una richiesta motivata,  alla quale vanno allegate le fotocopie dei versamenti effettuati, all’ESATTO SPA– piazza Sansovino 2 – 34131 TRIESTE entro il termine di cinque anni dal giorno del pagamento o da quello in cui è stato definitivamente accertato il diritto alla restituzione.
Qualora il diritto alla restituzione dipenda dall’esito di un procedimento contenzioso, la data di decorrenza del termine per la richiesta di rimborso è quella del passaggio in giudicato della sentenza che definisce il ricorso.

Compensazioni

Qualora il contribuente lo ritenga preferibile, in alternativa alla richiesta di rimborso, potrà procedere alla compensazione tra crediti e debiti IMU detraendo dalla quota dovuta per l’anno in corso eventuali eccedenze di versamento degli anni precedenti, purchè non sia intervenuta decadenza del diritto al rimborso. Per potersi avvalere della compensazione, il contribuente deve presentare all’ ESATTO SPA – piazza Sansovino 2 – 34131 TRIESTE una apposita richiesta motivata,  contenente generalità e codice fiscale, l’indicazione dell’imposta dovuta e delle eccedenze compensate, distinte per anno d’imposta. Sulle somme compensate non possono essere calcolati interessi.