Detrazioni per l’abitazione principale

Per l’abitazione principale è prevista una detrazione complessiva di Euro 200,00, fino a concorrenza dell’imposta dovuta.
La detrazione per l’abitazione principale è rapportata al periodo dell’anno in cui si verificano le condizioni agevolative.
Ad es. in caso di acquisto o vendita in corso d’anno la detrazione deve essere calcolata solo per i mesi di effettivo possesso.
Il possesso per almeno 15 giorni viene considerato come un mese intero.
Quando l’unità immobiliare è adibita ad abitazione principale di più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.

Esenzioni

Sono esenti dall’imposta municipale propria :

  • gli immobili posseduti dallo Stato, nonché gli immobili posseduti, nel proprio territorio, dalle regioni, dalle province, dai comuni, dalle comunità montane, dai consorzi fra detti enti, ove non soppressi, dagli enti del servizio sanitario nazionale, destinati esclusivamente ai compiti istituzionali. Si applicano, inoltre, le esenzioni previste dall’articolo 7, comma 1, lettere b), c), d), e), f), h), ed i) del citato decreto legislativo n. 504 del 1992.
  •  i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’articolo 9, comma 3-bis, del decreto-legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio1994, n. 133.
  • i terreni agricoli e non coltivati ubicati nel territorio montano individuato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, quelli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali di cui all’articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, iscritti nella previdenza agricola, indipendentemente dalla loro ubicazione e quelli a immutabile destinazione agrosilvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile.

L’esenzione spetta per il periodo dell’anno durante il quale sussistono le condizioni prescritte.
Il mancato utilizzo dell’immobile per usi istituzionali o per lo svolgimento delle attività sopra riportate da parte del soggetto passivo deve essere tempestivamente dichiarato e determina il venir meno delle condizioni di esonero dell’imposta.