Dal 1° gennaio 1999, la tassa per l’occupazione di suolo pubblico (TOSAP) è stata sostituita da un canone per l’occupazione di tutti gli spazi e le aree pubbliche, del soprassuolo e del sottosuolo (COSAP).
Sono soggette al canone le occupazioni permanenti e temporanee realizzate nelle strade, nei corsi, nelle piazze, nei mercati anche attrezzati, su suolo demaniale o su patrimonio indisponibile del Comune, compresi gli spazi soprastanti e sottostanti il suolo pubblico (effettuate con manufatti di qualunque genere).
Il canone si applica anche alle occupazioni di aree private sulle quali sia costituita una servitù di pubblico passaggio.

Chi è tenuto al pagamento del canone

È obbligato al pagamento del canone il titolare dell’atto di concessione o autorizzazione.

Occupazioni permanenti e temporanee

Le occupazioni di suolo pubblico sono permanenti e temporanee.
Sono permanenti le occupazioni la cui durata non sia inferiore ai diciotto mesi.
Sono considerate anche come permanenti:

  • le occupazioni di spazi pubblici a cadenza perlomeno quindicinale, se le loro concessioni hanno una durata non inferiore a due anni
  • le occupazioni stagionali a mensilità quando le loro concessioni hanno durata non inferiore ai due anni.
  • le occupazioni, stagionali o no, relative a posteggi dati in concessione per dieci anni, per l’esercizio del commercio su aree pubbliche.

Sono temporanee le altre occupazioni, comunque effettuate.

 

logo Esatto spa

 visita il sito troverai maggior informazioni!